Correspon dances

jazz

Correspondances nasce dall’incontro tra musica e poesia.

Testi in lingua originale di Sanguineti, Zanzotto, Hemingway, Borges, Yeats, Pascoli, Tasso, Ginsberg, Wordsworth, Joyce e Baudelaire trovano un’imprevedibile corrispondenza nelle musiche scritte dal pianista e compositore Francesco De Luisa. Le poesie vengono cantate, diventano il testo delle melodie appositamente composte, come nel caso di sporadici precedenti lavori in ambito jazz, quali “Home” di Steve Swallow o “Leaves of Grass” di Fred Hersch.

A portare in vita tali poesie e melodie c’è la calda ed espressiva voce di Alba Nacinovich, supportata con energia e all’occorrenza dolcezza dai poliedrici e fantasiosi Mattia Magatelli al contrabbasso, Alessandro Mansutti alla batteria, entro una cornice dipinta dal lirico pianismo di Francesco De Luisa. Così la parola, nella suggestione del momento, guida estemporaneamente il suono in sentieri inesplorati, ed il suono dona alla parola una fresca rilettura.


Alba Nacinovich voce
Francesco De Luisa piano
Mattia Magatelli contrabbasso
Alessandro Mansutti batteria


facebook

www.facebook.com/correspondanceslive

Back